False partenze

di Nelv


Si stava accompagnando Biagio l’Originale in stazione – come da regola, il weekend torna a casa – quando l’allegra comitiva incontra un compagno di corso, che chiede:

“Dove state andando?”.

Qualcuno potrebbe anche spacciare la domanda per giustificata – un universitario con una valigia potrebbe senz’altro essere una persona che vuole portare con sé sempre tutti i libri di testo, e in più lingue per confrontare tra loro le traduzioni: a noialtri la domanda è sembrata scontata, ma la risposta è stata comunque seria.

“In stazione.”

A questo punto, la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

“E chi parte?”

Naturalmente, solo l’Originale aveva con sé una valigia.

“Tutti! Scendiamo con Biagio, vieni anche tu!”

La pantomima della partenza collettiva andava ancora avanti quando l’Orientale si è allontanato dalla banchina, pochi minuti prima dell’arrivo del treno, con la scusa di una repentina quanto provvidenziale stretta agli intestini. Lasciava sul campo Biagio l’Originale, due compagni di brigata (saranno saliti sul treno, pur di tener fede allo scherzo?) e lo sconsolato compagno di corso, alle prese con i problemi di budget che il viaggio improvviso avrebbe richiesto.

(faremo pervenire notizie sulla conclusione dell’episodio)

Annunci