Guest stars – VII

di Nelv


Iago ci espone la sua visione dell’amore.

Dipende soltanto da noi essere in un modo piuttosto che in un altro. Il nostro corpo è un giardino e il suo giardiniere è la nostra volontà. Spetta a noi decidere, secondo la nostra volontà, se piantarvi ortiche o seminarvi lattuga, se piantarvi l’issopo o estirparvi il timo, farvi crescere una o molte specie di erbe, lasciarlo infruttuoso o renderlo fecondo con il lavoro. Se la bilancia della vita non avesse il piatto della ragione per equilibrare quello della sensualità, gli istinti e la bassezza della nostra natura ci porterebbero alle più assurde conseguenze.
Ma, per fortuna, abbiamo la ragione per frenare gli stimoli furiosi, le selvagge libidini, gli appetiti carnali, dei quali ritengo che ciò che si chiama amore non sia altro che una ramificazione o un germoglio. […] Non è altro che un ardore del sangue guidato dalla volontà.

[W. Shakespeare, Otello]

Annunci