L’amore ai tempi dell’integrale ellittico

di Nelv


Protip: ubi integral, amor cessat.

Ci sono queste cose, che si chiamano funzioni ellittiche, che uno capisce quanto veramente siano oggetti curiosi solo quando trova un grosso modo nella definizione di Wikipedia:

In matematica, e più particolarmente in analisi complessa, per funzione ellittica, grosso modo, si intende una funzione definita sul piano complesso che risulta periodica secondo due direzioni.

Il tono esitante è ben giustificato, perché, a quanto pare, ogni soluzione al problema delle funzioni ellittiche – si tratta di calcolare degli integrali – è trattato in maniera più che evasiva, ai limiti del donabbondiesco: poderosi volumi di teoria della misura aggirano il problema, altri lo relegano a poche righe, le soluzioni che ho trovato su qualche libercolo vengono classificate dalla stessa Wikipedia di importanza storica, un modo gentile per dire che è roba vecchia e che ci son cose più potenti in giro. Che non trovo.
Ma ho tutto il weekend per pensarci!

Parlando d’altro, i dati dell’ultimo esperimento attestano simpaticamente che da un foro piccolo esce più aria che da un foro grande, e si è tuttora alla ricerca di una giustificazione che non implichi la manomissione dei dati sperimentali, ammesso che esista. Altrimenti bisognerà ricorrere ancora una volta all’antica arte del buttarla in caciara (sic), con qualcosa come

Questa anomalia nei dati sperimentali è del tutto comprensibile alla luce del fatto che nella camera l’aria esce in maniera non lineare, per il fenomeno, evidenziato dalla strumentazione, che nel complesso risulta confermare i valori della camera svuotata preliminarmente così che il vacuometro potesse essere tarato. Alleghiamo le misurazioni relative alla taratura del vacuometro.

(seguono tabelle a profusione, nel tentativo di spostare l’attenzione del lettore su altri argomenti)

C’è un ampio margine di miglioramento, ma il tempo abbonda.

Sono comunque piuttosto contento: il fatto che la preoccupazione preponderante sia data da cose del genere può voler dire, alternativamente, o che gli altri fattori sono assenti, o che sono riuscito a renderli trascurabili.
È una forma mentis che lascia poco soddisfatti, ma funziona, e tanto basta.

Annunci