Guest stars – XIX

di Nelv


Non conosco il titolo della poesia, ahimé.

Rendimi umano, oh notte, rendimi fraterno e sollecito.
Solo umanitariamente si può vivere.
Solo amando gli uomini, le azioni, la banalità dei lavori,
solo così, ahimè!, solo così si può vivere.
Solo così, notte, e io non potrò mai essere così!

Ho visto tutte le cose, e mi sono meravigliato di tutto,
ma tutto è avanzato, o è mancato – non saprei – e io ho sofferto.
Ho vissuto tutte le emozioni, tutti i pensieri, tutti i gesti,
e mi sono così rattristato come se avessi voluto viverli e non ci riuscissi.
Ho amato e odiato come tutti,
ma per tutti questo è stato normale e istintivo,
e per me fu sempre l’eccezione, il trauma, la valvola, lo spasimo.

[F. Pessoa]

Annunci