Entusiasmi frustrati

di Nelv


Sembra che io sia l’unico ad essere contentissimo del nuovo cd di Max Pezzali.

Che poi, la cosa migliore è che nuovo non è, ma andiamo con ordine.

Intanto ha una bella cover, ché scontato non è, e poi c’è questa cosa, non so se mi spiego, dei cameo – si tratta di un cd composto per tre quarti da duetti del nostro con qualche cantante della sua generazione (per intenderci, non c’è Emma ma c’è Baglioni) o poco più: ad esempio, non mi risulta che Van De Sfroos canti o sia noto ai più da molto, ma il suo nome non stona tra gli altri.

A me queste cose piacciono moltissimo: ero contentissimo quando in qualche storia speciale di Topolino capitava che Pippo passasse per Paperopoli, mi piacevano moltissimo in Mario Kart i riferimenti a un’infinità di giochi diversi, talvolta – gaudio e tripudio! – presenti nello stesso percorso; dei vari film a tema Marvel che sono usciti, mi piacciono quelli in cui i vari personaggi sono presenti assieme unicamente perché i vari personaggi sono presenti assieme.

Quindi quando ho letto nella tracklist che tra gli interpreti c’era Venditti, per dire, sono stato molto contento. Poi io sono tra quelli che ha dovuto aspettare il triennio del liceo per un minimo apprezzamento da parte del gentil sesso, in un periodo che non definirò medioevo sentimentale solamente perché ‘medioevo’ presume una precedente aetas aurea, e gli 883 particolarmente si confacevano a questa classe di persone; inoltre avevo uno stereo in camera, e un’unica audiocassetta, e quell’audiocassetta era La dura legge del gol (nel disco la canta Bennato!).

Appagato. Ecco il termine giusto per il mio stato d’animo. Paaaaa parapapapaaaa papapapapapaaaaa

Annunci