Il problema del telescopio

di Nelv


Ancora nulla!

Ho letto da un po’ La Vita di Galileo di Brecht, e ho finito col parteggiare per l’Inquisizione per quasi tutta l’opera. La scena che più mi ha dato da riflettere è quella in cui Galileo cerca di convincere degli aristotelici a guardare dentro il telescopio per osservare le Lune di Giove e convincersi che le calotte di cristallo previste dal modello tolemaico non possono esistere; questo lo scambio:

Galileo: E che avverrebbe se Vostra Altezza potesse ora osservare quelle stelle impossibili e non necessarie [le Lune di Giove, appunto] per mezzo di questo occhiale?
Matematico: Si potrebbe essere tentati di rispondere che un occhiale che ci mostra cose poco probabili, non può essere che un occhiale poco attendibile, nevvero?

Mi dà veramente molto da pensare. Non ho molta voglia di commentarla, ma volevo lasciarla scritta da qualche parte.
Per il resto, volevo portare ad ogni costo qualcosa per il dizionario illustrato anche questa settimana, e ho rimediato all’ultimo secondo. Non ne sono particolarmente contento.

dieteilchen
I punti interrogativi vorrebbero essere in polemica con la rappresentazione sferica solitamente data a protoni, elettroni e neutroni; i colori sono assegnati diversamente dal solito per lo stesso motivo. Il fatto che la divisione non sia in parti uguali è un mio errore.

Annunci